DAL 1640.

SCRIGNO DELLA TRADIZIONE ALPINA.

L’Adler è l’albergo più antico di Ischgl. Menzionato per la prima volta in un documento ufficiale del 1640, è stato per anni di proprietà della dinastia di giudici Zangerl. Ancora oggi – ovviamente dopo tutte le ristrutturazioni e gli ampliamenti – l’hotel Adler mostra tutta la sua qualità architettonica grazie al suo stile ispirato al barocco. Già nel XVIII e XIX secolo, l’albergo “Zum goldenen Adler” si era guadagnato la sua ottima reputazione che conserva ancora oggi. Inoltre, l’hotel si fregia di aver ospitato persino un’altezza reale, l’arciduca Giovanni d’Austria, che “soggiornò” nel 1801 presso gli Zangler a Ischgl. L’arciduca è stato ospitato probabilmente nella meravigliosa camera “Richterstube”, ovvero quella appartenuta al giudice Christian Zangerl sen., il quale ricoprì l’incarico di giudice dal 1739 al 1751 e nel 1742 aveva fatto integrare la struttura dell’albergo con la splendida camera, facendola erigere in stile barocco. Tale camera, che è ormai divenuta celebre con il nome di “Richterstube” (Camera del Giudice) si conserva ancora quasi del tutto inalterata nel tempo ed è di certo la camera d’albergo più antica di tutta Ischgl!

Nell’anno 1888 Johann Florinus Kurz acquistò il bellissimo immobile. Lui e i suoi discendenti se ne presero grandissima cura, ristrutturandolo nel pieno rispetto della sua ricchissima storia. Ebbero l’onore di ospitare personalità del calibro di Albert Einstein, Ernest Hemingway e Alfons Walde. Fu il loro lavoro a rendere l’Adler quello che è oggi: una simbiosi perfetta tra il passato ed il presente. Casa del relax e del godimento. Luogo dell’anima.